Sportello Unico Attività Produttive

E-mail Stampa PDF



 LO SPORTELLO SUAP DELLA COMUNITA' MONTANA PIAMBELLO

Lo sportello Suap della Comunità Montana Piambello gestisce le pratiche dei seguenti comuni:

Bedero Valcuvia, Besano, Bisuschio, Brusimpiano, Cadegliano Viconago, Cantello, Clivio, Cremenaga, Cuasso al Monte, Cugliate Fabiasco, Cunardo, Induno Olona, Lavena Ponte Tresa, Marchirolo, Marzio, Porto Ceresio, Saltrio, Valganna.

Questo sportello Suap riceve le pratiche SCIA in modalità esclusivamente  TELEMATICA secondo le disposizioni del DPR 160/2010, mediante l'utilizzo di un apposito SERVIZIO ON-LINE.  A decorrere dal 25 settembre 2013 anche le pratiche per procedimenti differenti dalla Scia devono essere presentate mediante la procedura telematica.  

 

Novità e avvisi 

Variazione del c/c bancario della CM Pimabello

A seguito della variazione dell'Istituto bancario che fornisce il servizio di Tesoreria, a decorrere dal 1° gennaio 2016 cambia il conto corrente di riferimento della Comunità Montana del Piambello. Di consegenza i soggetti che provvedono al versamento dei diritti di istruttoria mediate versamento sul c/c bancario, dovranno tenere in considerazione i nuovi estremi:

Servizio Tesoreria della Comunità Montana del Piambello 

BANCA UNICREDIT, Agenzia di Arcisate

IBAN   IT 28 W 02008 49990 000103989709 

Resta invece invariato il conto corrente postale di riferimento per i diritti di istruttoria SUAP: n. 3825007 intestato a Comunità Montana Piambello – Servizio Tesoreria.

 

Servizio telematico per tutte le tipologie di pratiche

E' attivo il nuovo servizio telematico di presentazione delle pratiche.

Il nuovo servizio consente la presentazione di TUTTE le pratiche di competenza del Suap e costituisce canale unico di trasmissione. L'utente, dopo essersi accreditato, grazie ad una procedura guidata potrà gestire in modo semplice la presentazione della pratica.       

 

INTRODUZIONE

Lo Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) è uno strumento di semplificazione amministrativa che utilizza a sua volta altri strumenti di semplificazione (conferenza di servizi, SCIA, silenzio assenso, accordo tra amministrazione e privati ecc.) al fine di snellire i rapporti tra Pubblica Amministrazione (P.A.) ed utenza.

Lo Sportello Unico, individuato quale canale esclusivo tra imprenditore e Amministrazione per eliminare ripetizioni istruttorie e documentali, disciplinato con D.P.R. 20 ottobre 1998, n. 447, non ha trovato completa attuazione a causa della assenza di collegamento tra le Amministrazioni variamente competenti, della mancanza della specificazione di una definizione dei servizi essenziali erogabili (con conseguente disomogeneità dei servizi erogati dai singoli sportelli), dell'incertezza sui tempi e sugli atti conclusivi del procedimento.

Su tale situazione è intervenuto l'articolo 38, comma 3, del decreto legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito con modificazione dall'articolo 1, comma 1, della legge 6 agosto 2008, n. 133, che dispone in ordine al riordino e alla semplificazione della disciplina del SUAP. La fase attuativa della disposizione di Legge è stata  rimandata ad un regolamento da emanarsi successivamente.

Il regolamento in questione è stato emanato con il DPR del 7 settembre 2010, n. 160 , “Semplificazione e riordino della disciplina sullo Sportello Unico per le Attività Produttive”.

 

Le novità della riforma per i SUAP INTRODOTTE DAL DPR 160/2010

Il 30 settembre 2010 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n.229 il D.P.R. del 7 settembre 2010, n. 160 con il quale viene adottato il Regolamento per la semplificazione ed il riordino della disciplina sullo Sportello Unico per le Attività Produttive il quale:

  • identifica (art. 2 comma 1) nello Sportello Unico il solo soggetto pubblico di riferimento territoriale per tutti i procedimenti che abbiano ad oggetto l'esercizio di attività produttive e di prestazione di servizi, e quelli relativi alle azioni di localizzazione, realizzazione, trasformazione, ristrutturazione o riconversione, ampliamento o trasferimento nonché cessazione o riattivazione delle suddette attività, ivi compresi quelli di cui al Decreto Legislativo del 26 marzo 2010, n.59, specificando (art. 2 comma 2) che le domande, le dichiarazioni le segnalazioni e le comunicazioni nonché gli elaborati tecnici e gli allegati di cui al comma 1 sono presentati esclusivamente in modalità telematica.
  • ribadisce la competenza dello Sportello Unico in merito all'inoltro sempre in via telematica della documentazione alle altre Amministrazioni che intervengono nel procedimento (art.2 comma 3). individua nel portale "Impresainungiorno" la funzione di raccordo con le infrastrutture e le reti già operative (art. 3) per lo scambio informativo e l'interazione telematica tra le Amministrazioni e gli altri Enti interessati. E' pertanto rimesso al portale il collegamento ed il reindirizzo ai sistemi informativi e ai portali già realizzati, garantendo la interoperabilità tra le Amministrazioni (art. 3 comma 2). 
  • Introduce nel sistema le Agenzie per le imprese, soggetto privato al quale sono riconosciute funzioni di natura istruttoria e d'asseverazione.

Il Regolamento apre, dunque, all'onnicomprensività dell’ambito di competenza dal SUAP.

  

 

mODALITA' DI PRESENTAZIONE DELLE PRATICHE - ACCESSO AI SERVIZI

 

Lo Sportello Unico opera in modalità ESCLUSIVAMENTE telematica per TUTTI i procedimenti di propria competenza. Il canale per la presentazione di tutte le pratiche è UNICO, si accede dal link in basso. Solo caso di contestualità con gli altri adempimenti d'impresa (AE, RI, INAIL o INPS) la SCIA rientrerà  nella pratica di Comunicazione Unica e verrà presentata al Registro Imprese, che la trasmetterà immediatamente al SUAP, e sarà pertanto necessario utilizzare il servizio telematico ComunicaStarWeb di Infocamere.
Il rilascio di apposita ricevuta telematica, da parte del SUAP, alla presentazione della SCIA consentirà al richiedente di avviare immediatamente l'intervento o l'attività  imprenditoriale.  

L'utente per presentare la pratica, da questa pagina, accederà al link del sistema informatizzato, compilerà la documentazione, provvederà al pagamento dei diritti e spedirà la domanda.

 

servizio-presentazione-pratiche


Solo nel caso di presentazione congiunta della Comunicazione Unica e della pratica al Suap è necessario procedere mediante il servizio di Infocamere ComunicaStarWeb:   

 

Resta comunque attiva la possibilità di presentazione della sola pratica SCIA mediate il servizio regionale MUTA:  clicca qui

  

DIRITTI DI ISTRUTTORIA

Per la presentazione delle pratiche sono dovuti al SUAP i seguenti diritti di istruttoria:

TABELLA DIRITTI DI ISTRUTTORIA

Il versamento dovrà essere eseguito secondo gli importi e le modalità indicate nella tabella e la ricevuta dovrà essere allagata alla pratica.

Sono inoltre dovuti i diritti di istruttoria all'ASL dell'importo di € 35,05 (nuovo importo dal 01.04.2013) da vesare sul c/c postale n. 10852218 – intestato a Azienda Sanitaria Locale Provincia di Varese Gestione Competenza Servizio Tesoreria.

 Nota: Dal 1° aprile 2013 i diritti di istruttoria da versare all'ASL ammontano ad € 35,05) 

   

MODULISTICA: 

Presentazione della SCIA unicamente in modalità telematica.  Clikka qui per accere al servizio.         

SCIA_mod._A.pdf  

SCIA_mod._B.pdf

SCIA_Scheda_1.pdf

SCIA_Scheda_2.pdf

SCIA_Scheda_3.pdf

SCIA_Scheda_4.pdf

SCIA_Scheda_5.pdf

SCIA_Scheda_6.pdf

 

LO SPORTELLO suap DELLA COMUNITA’ MONTANA DEL PIAMBELLO

La Comunità Montana del Piambello ha ricevuto la delega per gestione in forma associata del SUAP ai sensi del DPR 160/2010 da parte dei comuni di: Bedero Valcuvia, Besano, Bisuschio, Brusimpiano, Cadegliano Viconago, Cantello, Clivio, Cremenaga, Cuasso al Monte, Cugliate Fabiasco, Cunardo, Induno Olona, Lavena Ponte Tresa, Marchirolo, Marzio, Porto Ceresio, Saltrio (dal 1° marzo 2015), Valganna.

 

Pertanto per le competenze dello Sportello Unico Attività Produttive  gli utenti dei comuni sopraelencati dovranno rivolgersi ai seguenti recapiti:

 

SUAP C.M. PIAMBELLO

VIA MATTEOTTI 18 - 21051 ARCISATE (VA)

Tel. 0332 476780

Fax 0332 474373

Responsabile SUAP: Maurizio Piatti

Referente operativo: Mario Filippini  

 

 

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

Per ulteriori informazioni e approfondimenti: www.impresainungiorno.gov.it